BigHistorySite.com

Nota: Questa è una traduzione automatica. Ci possono essere inesattezze.

torna alla: pagina principale

 

 

Un documento letto da William McGaughey il 7 agosto 2014, in occasione della seconda conferenza internazionale di Big History Association presso la Dominican University of California a San Raphael

 

"Uno schema alternativo di soglie e svolte storiche"

In ogni storia che copre un ampio periodo di tempo - che si tratti di storia occidentale, la storia del mondo, o grande storia - un elemento importante del design sarebbe l'individuazione dei cosiddetti "punti di svolta", che dividono una parte della storia da un altro. E 'ovvio che tale storia non segue un unico modello di flusso, ma, invece, cambia rotta in certi momenti. La storia nel suo complesso diventa un insieme di segmenti cui storie separato sono coerenti, se diverso dagli altri.

Grande storia ha il vantaggio di essere abbastanza grande che la gente può vedere che la sua storia è segmentato. I modelli di sviluppo in formazioni stella sono diverse da quelle per l'evoluzione delle specie viventi. Lo sviluppo dell'agricoltura, sistemi di scrittura, la religione, e le imprese commerciali hanno ciascuno il proprio tipo di storie.

Questa vasta gamma di esperienze potrebbe anche produrre una storia caotica se non adeguatamente organizzata. Grandi storici sono quindi alla ricerca di punti di cambiamento, quando nuove istituzioni, creature o tipi di essere emergono. E 'quando esistono particolari insiemi di condizioni per cose nuove da creare. David Christian li chiama "Goldilocks" condizioni, nel senso che le condizioni non sono troppo un modo o nell'altro, ma sono "giusto" in termini di ciò che è necessario per produrre il risultato finale.

Ad esempio, gli esseri umani possono vivere solo in un certo intervallo di temperature e pressioni atmosferiche. Noi non possiamo vivere su Giove o sulla stella Sirio o nello spazio vuoto. Presente-earth day fornisce esattamente le giuste condizioni.

Il mio tentativo di dare un senso alla sconcertante varietà di esperienze che portano alla situazione attuale dell'umanità mi ha portato a considerare Grande Storia come la storia di tre tipi successivi di essere: la materia, la vita e il pensiero. Un tipo esce un'altra. Misto insieme, essi comprendono il nostro mondo attuale.

Il mio futuro libro, Una Cosmologia della Materia / Vita / Being (poi intitolato Storia della Esistenza tripla), racconta questa storia nei suoi primi undici capitoli. Ogni capitolo è incorniciato da una serie di punti di svolta. Lasciami correre brevemente attraverso la tabella dei contenuti per mostrare ciò che è specificamente coinvolto.

Il primo capitolo riguarda la creazione dell'universo fisico. Si comincia con il Big Bang, continuiamo con la formazione di stelle da nubi di materiali cosmici, spieghiamo come gli elementi chimici più pesanti sono prodotti all'interno di stelle, e prevedono la continua espansione dello spazio, insieme con la sua energia e materia, in galassie e ammassi galattici .

Il secondo capitolo riguarda la creazione del sistema solare e la terra. La sua storia non segue cronologicamente gli eventi del capitolo precedente, ma riguarda un sottoinsieme spaziale della storia precedente. Nel raccontare quella storia, restringiamo il nostro fuoco di attenzione ad una piccola parte della galassia Via Lattea, dove esistono il sole ed i suoi pianeti. Perché? È perché uno di questi pianeti, terra, fornisce un ponte verso la prossima parte della storia, che è la comparsa della vita. Per quanto ne sappiamo attualmente, la terra è l'unico posto nell'universo in cui esiste la vita.

Il terzo capitolo, poi, racconta la storia della vita. La vita è un nuovo tipo di essere, diverso da quello dei materiali inorganici che compongono la maggior parte dell'universo fisico. Essa appartiene al regno della materia, ma ha caratteristiche particolari. Primo fra tutti, la vita segue un andamento ciclico che porta dalla nascita alla maturità alla morte. Essa mostra una progressione evolutiva dalle semplici forme di vita a organismi complessi più grandi e più.

Il quarto capitolo riguarda l'evoluzione di una particolare specie viventi, Homo sapiens, la nostra specie. È la vanità della nostra specie, il pensiero stesso "eccezionale", che mette questa storia alla pari con la storia della vita in generale? Forse, in parte, lo è. D'altra parte, stiamo dicendo una storia che porta dalla materia alla vita al pensiero. Per i nostri standard, l'Homo sapiens è l'unica specie che è capace di pensiero. Pertanto, abbiamo bisogno della storia della nascita della nostra specie come una forma di vita per spostare in avanti nella Grande Storia oscuro ma importante dominio del pensiero.

Da dove viene il pensiero comincia? Si inizia con scintillanti consapevolezze all'interno del loro cervello come singoli esseri umani esperienza di vita. Anche se queste consapevolezze sono precedenti parlate la lingua, ci vuole il linguaggio per sviluppare e organizzare il pensiero ad un punto che possiamo riconoscere gli elementi come un tipo di essere. Il quinto capitolo descrive pensato che in questa fase del suo sviluppo. In questo periodo di tempo, le culture preistoriche fanno il loro importante lavoro di inventare il linguaggio e quindi l'agricoltura.

Se il pensiero è rimasto un processo elettro-chimico oscuro all'interno del cervello umano, potrebbe non meritare di essere considerato un terzo settore di esistenza più di quanto linfa che scorre attraverso un albero o processi digestivi di un animale sarebbe. Ma il pensiero è più di questo perché è diventato un agente causale nel mondo. Attraverso la tecnologia, il pensiero è in grado di organizzare e creare cose nel mondo fisico. Mentre la vita esiste materialmente, così fanno i prodotti del pensiero. Abbiamo, nella terminologia di Vladimir Vernadsky, tre sfere di esistenza - geosfera, biosfera e noosfera - descrivono, rispettivamente, i regni della materia inorganica, la vita e il pensiero umano.

Quando arriviamo al periodo della civiltà - circa 5.000 anni fa - il pensiero diventa più palpabile. Lingua parlata viene tradotta in parole scritte. Scrivendo mette pensiero in una forma più durevole quindi le sue espressioni possono essere comunicati a terzi. Attraverso la comunicazione verbale e matematico, la conoscenza acquisita dall'esperienza individuale diventa conoscenza collettiva. Le società acquisiscono una somma immensa di conoscenze in loro accumulo di documenti scritti. La conoscenza di questa portata cambia il mondo in modo profondo.

Copro il periodo di civiltà nei capitoli 6 e 9 del mio libro. Incentrato sulla progressione del pensiero come un tipo di essere, il suo schema si differenzia da altri sistemi di grande storia che tendono a mostrare la progressione delle comunità umane sparse verso una società globale.

Prendete l'agricoltura, per esempio. Fa il suo arrivo segna un importante punto di rottura nella storia umana? Sì, lo fa nella storia della specie umana, ma non dal punto di vista di avanzare pensiero. L'agricoltura è un avanzamento rivoluzionario nella alimentando la comunità umana, ma non mettere il pensiero in una nuova forma. Essa, tuttavia, illustrano l'applicazione del pensiero umano esseri viventi. L'allevamento selettivo di semi di piante altera il corso dell'evoluzione.

Un problema con il mio schema di grande storia è che non abbiamo individui o gruppi di essi, deliberatamente cercando di avanzare il pensiero. Quello che abbiamo è che le persone che agiscono all'interno delle strutture istituzionali per perseguire i vari scopi, spesso chi si occupa di acquisire potere, dove il pensiero è avanzata per inciso. La storia delle società civilizzate è in gran parte merito lotte tra le persone in cerca di potere.

Il mio libro precedente, Cinque Epoche di Civilizzazione, il cui schema porta avanti nel libro Grande Storia, ha descritto il processo attraverso il quale le principali istituzioni della società umana sono divenute sviluppato. Racconta di come la società si riempie di loro nel tempo per sviluppare una struttura pluralistica del potere. Spiega inoltre come ogni istituzione importante è associata ad una tecnologia di comunicazione introdotto all'inizio del periodo - vale a dire, la scrittura ideografica, scrittura alfabetica, la stampa, la registrazione e la trasmissione elettronica.

Governo, il focus del capitolo 6, è stata la prima istituzione a sviluppare. Poi venne religione del mondo, il focus del capitolo 7 A partire dal Rinascimento, abbiamo poi avuto un periodo in cui un'impresa commerciale e l'educazione laica dominato la società e la sua cultura. La loro storia è raccontata nel capitolo 8, infine, nel capitolo 9, abbiamo la storia delle notizie e di intrattenimento industrie. La nostra cultura contemporanea è centrata soprattutto in intrattenimento.

Il mio libro racconta la storia di quei varie istituzioni. Il primo periodo, da circa il 3000 aC intorno al tempo di Cristo, è stato incentrato sul governo e la nascita di imperi politici. Poi, dal tempo di Cristo fino a quando intorno al 1500 dC, le istituzioni religiose sono diventati l'obiettivo principale della storia. Avevamo le tre religioni del mondo - buddismo, cristianesimo e Islam - sta affermando come potenti istituzioni a lavorare con il governo per governare la società.

Il Rinascimento italiano nel 14 ° e 15 ° secolo dC, ha portato uno spostamento di attenzione dalla religione per interessi umanistici e laici, comprese le scienze naturali. Istituti commerciali e scolastici divenne dominante per i prossimi quattro o cinquecento anni. Poi, dopo la prima guerra mondiale, le industrie di intrattenimento sono tolto, alimentata dalle nuove tecnologie di comunicazione. Oltre al motion-picture e industrie registrazione del suono, stazioni radio hanno iniziato a trasmettere programmi di intrattenimento. Nella metà del 20 ° secolo, si sono formate reti televisive.

Ora, nei primi anni del 21 ° secolo, le notizie e l'intrattenimento industrie - soprattutto le grandi reti televisive - stanno iniziando a perdere il loro vantaggio. I computer stanno cambiando la società. Capitolo 10 racconta la storia di questa industria. Infine, nel capitolo 11, ci aspettiamo che la tecnologia del computer progredirà al punto di replicare la mente umana. Intelligenza artificiale e robotica sono macchine create dal pensiero umano che sono essi stessi capaci di pensare. Ma fino a che non vengono liberati dalla pastoia di manutenzione da parte degli esseri umani, essi non penseranno gli attributi della vita.

Questo in poche parole è dove vorrei posizionare i punti di svolta della Grande Storia. Le quattro epoche della storia in tempi civili sono definiti dalle tecnologie di comunicazione e dalle principali istituzioni della società. Ma la Grande Storia è più grande società umane e le loro modalità di comunicazione. Noi non siamo così interessati a loro come come il processo storico avanzato pensò. In tempi civili, il pensiero è diventato un complesso di conoscenze accessibili a tutto il genere umano.

Nel raccontare questa storia, vorrei crollare i capitoli 6 e 7 in un segmento e capitoli 8 e 9 in un'altra. Le loro manifestazioni si svolgono, rispettivamente, nel periodo compreso tra il 3000 aC e 1500 dC e nel periodo tra il 1500 dC e il 2000 dC Per il momento, stiamo ignorando i computer e ciò che potrebbe venire da loro.

Perché dividere la storia delle civiltà in due periodi? La storia raccontata nei capitoli 6 e 7 riguarda la produzione di conoscenza in testi scritti - sia in scritti ideografici o alfabetici. I testi stessi hanno poco impatto nel mondo fisico. D'altra parte, la storia detto nei capitoli 8 e 9 riguarda conoscenza sotto forma di macchine. Le macchine hanno un maggiore impatto fisico. La stampa moltiplica la produzione di testi scritti. Le tecnologie di registrazione e trasmissione rifornito prodotte elettronicamente luoghi e suoni di numerose e una miriade di luoghi diversi dal loro luogo di origine. Il mondo fisico è cambiato in misura molto maggiore.

Grandi storici citano spesso "apprendimento collettivo" dell'umanità come un evento associato ad una soglia di Grande Storia. Questo è vero di testi scritti e stampati. L'apprendimento collettivo è incarnata in quei testi e, in una certa misura, in particolare gli esseri umani in possesso con la loro conoscenza. Sempre più spesso, tuttavia, l'apprendimento collettivo viene incorporata in oggetti fisici in forma di macchine. Qui il pensiero critico è già stato fatto. Si è incarnata nell'invenzione e progettazione della macchina e nella conoscenza continuativo necessaria al suo funzionamento. Non ci vuole uno studioso di vedere ciò che è stato creato. La presenza della macchina nel mondo è evidente.

Ecco perché il terzo e quarto epoche della storia del mondo sono diverse rispetto alle prime due. L'età della macchina è iniziato con il Rinascimento. Pensate di Leonardo da Vinci, un inventore inveterato di macchine. Pensate ai velieri portoghesi che attraversavano gli oceani e dei moschetti che gli europei utilizzati per sottomettere le popolazioni indigene. Pensate ai mulini a vento olandesi che sono diventati una fonte di energia per la produzione e la terra bonifica dal mare. Pensate macchina a vapore di James Watt, e di ferrovie, aerei e automobili. Pensate al televisore comandante attenzione umana per lunghi periodi di tempo ogni giorno. Questi tutti sono venuti in questi ultimi anni, quando le macchine è venuto a dominare la cultura umana.

Anche se abbiamo qui suddiviso 5.000 anni di storia del mondo in due periodi, c'è un ritmo nella storia - un movimento ondulatorio - che causa il progresso del pensiero a fluttuare tra una maggiore e gli stati minori di impegno con il mondo fisico. C'è un periodo di avanzamento verso l'aumento dell'impatto mondana e un periodo di regressione in immagini e idee che abitano la mente. Consideriamo i due periodi separatamente.

Nei primi tre mila anni di storia del mondo, le civiltà sono state prendendo forma sotto la direzione dei governi. Nell'era governo centrato, grandi monumenti come tombe piramidali, muri, strade, palazzi e porti marittimi sono stati costruiti dai governanti delle nazioni. I filosofi, matematici, ingegneri, medici, e altri che hanno la conoscenza del mondo fisico offerto consigli ai governanti politici. Poi, nei prossimi 1500 anni, la religione è venuto alla ribalta con un diverso insieme di preoccupazioni. Nell'era religione centrato, gli studiosi hanno cessato di essere interessato al mondo naturale. La loro attenzione era rivolta alle idee religiose, testi sacri, e la prospettiva di una vita ultraterrena felice. Le cose invisibili hanno la precedenza su quello che potrebbe essere visto.

Allo stesso modo, negli ultimi 500 anni, il Rinascimento ha lanciato un età di scoprire il mondo. Pittori e scultori scoperto la bellezza del corpo umano, i navigatori hanno visitato luoghi lontani sulla terra, i commercianti sono diventati ricchi, offrendo prodotti esotici portati da luoghi lontani. Come dispute teologiche placata, gli intellettuali europei ancora una volta si sono interessati nelle scienze naturali. Tecnologie derivati ??da tali scienze generati prodotti commerciali. Questo fu il periodo di maggiore impegno con il mondo. Nel 20 ° secolo, tuttavia, l'umanità ha perso interesse per queste cose mentre si ritirava in un mondo artificiale di intrattenimento popolare. La sua realtà consisteva in immagini sensuali registrate su nastro o disco, trasmessi in trasmissioni radiofoniche o televisive, che sono stati piacevole per la mente umana.

Ma ora è tempo per un altro avanzamento materiale. Il computer non è solo un altro dispositivo elettronico. Essa non si limita a registrare le immagini o broadcast. Invece, questa macchina elabora informazioni tanto quanto il cervello umano fa. Poiché le macchine sono più economiche da impiegare più lavoro umano, la produzione economica tende a essere sempre più meccanizzata. La tecnologia delle macchine intelligenti continua a migliorare rapidamente.

Nel mio schema, il flusso di Grande Storia attraversa le giravolte della cultura umana allo sviluppo dell'intelligenza artificiale e robot. Anche se la quarta epoca di civilizzazione era ripiegata su se stessa, il suo uso di energia elettrica e dell'elettronica ha portato la tecnologia, al punto che si potrebbe replicare la mente umana. Una specie viventi, Homo sapiens, potrebbe presto avere la capacità di per sé sostituire dalle macchine.

Il flusso della storia è chiara. Prima venne la materia, poi è arrivata la vita, e, infine, il pensiero. Il pensiero prima apparizione nel cervello della specie umana. Poi è stato fissato per iscritto. Poi divenne incarnato in macchine costruite da metalli e la conoscenza scritta. E infine le macchine produrranno le proprie conoscenze. Essi diventeranno pensare creature, come noi.

 

Contact: mailto: 2wmcg@earthlink.net

a: sul libro --- torna alla: pagina principale --- a: è giunto il momento

 

Scattarsi per una traduzione di questa pagina in:

Spagnolo - Tedesco - Inglese - Francese - Portoghese

Cinese semplificato - Indonesiano - Turco - Polacco - Olandese - Russo    

   

COPYRIGHT 2014 PUBBLICAZIONI di THISTLEROSE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

http://www.worldhistorysite.com/IBHApaperf.html